Myth and Magic

In the last few weeks I’ve felt the need to take a break.

I realized that throughout the years I’ve created so many pieces – all matching – but that I never took the time to actually do so.

I am not very good at sharing my whole life here, I jealously cherish my daily life and people I love.
But I‘d like to share a little more to finally put some order between these pieces I’ve created. 

Nonetheless, some will know that I am a creative person. I create almost everything from scratch… but above all I love to paint and embroider.

Others will know that I created Cinnamoon, which -before being a blog, before being a brand, before being a word – it’s a feeling. Cinnamoon is a marriage between words. I allowed myself to create an imperfection to add value. To play with letters and give life to another world: mine. A world connected to the evocative power of spices and to the hypnotic power of the Moon. 

Some other people -friends of a lifetime- will know that I have always been interested in paganism, I grew up breathing Camelot’ magic, I surrounded myself with legends and old stories, I walked paths no longer remembered.

I always wondered how I could put together all these elements. And unexpectedly the answer came along with this book. The myth and magic of embroidery.  I know, it’s always been under my nose but for some reason I haven’t seen it until now. 

I’ve always known that spinning, weaving and embroidering are sacred arts, highly symbolic – just think about Norns, Moirai and Parcae. These arts suggest the creation of something powerful that springs from one’s hands and, even more deeply, from one’s own essence. From a historical / cultural point of view these are strictly feminine arts: the spinning and embroidery room was a female territory, where in the coldest months women would gathered to weave and pass on ancient wisdom.

So…I’ve decided to tell you some stories, myths and legends, through out a series of #needlepainting. It’s something that will take time and care…but I hope you will have the patience to stay, to see this project coming to life and the desire to listen the stories. 

———————————————

Nelle ultime settimane ho provato la sensazione di dovermi imporre una pausa. 

Mi sono resa conto che nell’ultimo anno ho creato tanti pezzi – tutti adatti a combaciare- a cui però non ho mai dato una direzione. 

Non sono molto brava a condividere ciò che faccio, custodisco con gelosia il mio quotidiano e le persone che amo. 

Ma vorrei partire da qualche elemento per mettere insieme quei pezzi e costruire la storia che d’ora in poi vi vorrei raccontare. 

Nonostante io sia riservata, alcuni sapranno che sono una persona molto creativa. Creo tutto da me in generale…ma soprattutto dipingo e ricamo.

Altri sapranno che ho creato Cinnamoon che – prima di essere un blog, prima di essere un brand, prima di essere una parola – descriverei come un sentimento. Cinnamoon nasce dall’incontro di due parole: Cinnamon – cannella- e Moon- Luna. Mi sono concessa il vezzo di creare un’imperfezione che aggiunge valore. Di giocare con le parole e di dar vita ad un altro mondo: il mio. Quello legato al potere evocativo delle spezie, quello ipnotico della Luna. 

Altri ancora, amici di una vita, sapranno che da sempre sono legata al celtismo, sono cresciuta respirando la magia di Camelot, mi sono circondata di leggende e antiche storie, ho percorso sentieri non più ricordati. 

Mi sono sempre chiesta come potessi mettere insieme tutti questi elementi, per me fondamentali. E la risposta è arrivata con questo libro. Il mito e la magia del ricamo. Paradossalmente ho sempre avuto la risposta sotto al naso, eppure non l’avevo mai vista fino ad ora. 

Ho sempre saputo che filare, tessere e ricamare sono arti sacre, fortemente simboliche -basti pensare alle Norne, alle Parche e alle Moire, tutte tessitrici del destino. Queste arti, attraverso la trasformazione, suggeriscono la creazione di qualcosa di potente che scaturisce dalle proprie mani e, ancora più a fondo, della propria essenza. Da un punto di vista storico/culturale sono arti prettamente femminili: la stanza della filatura e del ricamo era territorio femminile, dove nei mesi più freddi ci si riuniva a tessere e tramandare storie antiche. 

Ho quindi deciso di raccontarvi una serie di storie, di miti e di leggende, attraverso una serie di #needlepainting (letteralmente- dipingere col ricamo). Sarà un lavoro che richiederà molto tempo e cura ma che spero avrete la pazienza di vedere nascere e la voglia di ascoltare. 

Posted by

Southern Italian, living in America. Believer in magic, kindness and courage.

2 thoughts on “Myth and Magic

Leave a Reply to Anna Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.